Area Sociale

[tlg_headings alignment=”left” icon=”ti-desktop” spacing=”mb0″ title=”Area II Sociale”][tlg_intro_content layout=”halfscreen-left” image=”4139″]Promuoviamo lo “svilippo” dell’individuo, inteso come la possibilita’ per ciascuno di raggiungere il massimo delle proprie potenzialita’, di vivere con dignita’ una vita produttiva e creativa, sulla base dele proprie necessita’ e scelte , pur adempiendo i propri obblighi e realizzando i propri diritti[/tlg_intro_content][tlg_spacer]

Rispondiamo ai bisogni primari delle fasce più
deboli offrendo assistenza domiciliare e distribuendo
beni di prima necessità, quali viveri, vestiario e
medicinali. In particolare il Comitato Tusculum ha
svolto nel territorio 3 raccolte alimentari a supporto
della Caritas e distribuite da loro alle famiglie
bisognose. Grazie alla generosità della popolazione è
stato possibile soddisfare e assistere 27 famiglie
composte in totale da 69 persone.

Al fine di poter essere sempre più inseriti e di supporto
ai bisogni della cittadinanza il Comitato Tusculum è
impegnato nel progetto “Ambulanza in Piazza”. Gli eventi
sono organizzati appositamente per promuovere stili di
vita corretti e la cultura della prevenzione. Una volta al
mese nei comuni di competenza del Comitato, le
ambulanze sono a disposizione per la misurazione dei
parametri vitali quali pressione arteriosa e glicemia. Sono
317 le misurazioni effettuate nel 2016 dai nostri Volontari.

Nel 2015 il Comitato Provinciale di Roma ha firmato un
Protocollo d’Intesa con la struttura ASL Roma H, avviando così
una collaborazione coordinata e continuativa per il
miglioramento della qualità dei servizi di accolgienza della
struttura ospedlaiera, fornendo un supporto morale e sociale
di carattere non sanitario, a pazienti e parenti, in linea con il
fine dell’obiettivo, ovvero quello della solidarietà. Nello
specifico, è stato fornito un supporto concreto alle funzioni di
accoglienza e informazione al pubblico nell’ambito del DEA
(Dipartimento d’Emergenza e Accettazione) della struttura
ospedaliera, assicurando la continuità dell’attività di
volontariato in coordinamento con quelle di triage e di pronto
soccorso.
L’operato del Comitato Tusculum all’interno dell’ospedale di
Frascati è stato molto soddisfacente e di notevole ausilio agli
infermieri e medici. Nel 2016 sono stati 10 i Volontari
impegnati nell’attività per un totale di 1.680 ore di servizio.
Tra gli obiettivi dell’Area II rientra la tematica trasversale che
sostiene l’uguaglianza di genere promuovendo il rispetto della
dignità umana e della diversità e la riduzione della
discriminazione, dell’intolleranza e dell’esclusione sociale. I
centri di ascolto e le campagne di sensibilizzazione sono
mirate ad abbattere quelle attitudini socialmente riconosciute,
che privano lentamente la persona delle sue libertà senza che
ne sia percepito il carattere di pericolosità. In occasione della
Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza
contro le donne (25 Novembre) il Comitato ha organizzato un
evento ad hoc a “sei mani” con i Delegati Area II, IV e V (vd. pag
17).
Ultimo, ma non per questo meno importante, si rende noto
che nel 2016 il Comitato ha firmato un Protocollo d’Intesa con
due Centri Anziani del territorio. L’animazione che svolgiamo
all’interno di queste strutture è varia e comprende laboratori
manuali, ascolto, canti, giochi, a livello di attività ludiche e di
intrattenimento. In riferimento a quelle sanitarie, viene fornita
una costante assistenza nel monitoraggio e misurazione dei
parametri vitali. In particolare le Residenze nel quale i
Volontari hanno trascorso circa 150 ore nel corso del 2016 si
trovano a San Cesareo (dal mese di Aprile) e a Frascati (dal
mese di Settembre). In sintesi, il progetto prevede che i
volontari trascorrano qualche ora alla settimana insieme agli
ospiti delle strutture e, grazie all’entusiasmo mostrato da
questi ultimi, è in fase di valutazione e progettazione
l’allargamento dell’attività ad altri centri anziani dei comuni del
terriotrio di competenza.